sabato, 23 giugno 2018

TERREMOTO: FALSE ATTESTAZIONI. NEI GUAI ANCHE UN FEDELISSIMO DI PIROZZI.

Prosegue l’inchiesta della Procura di Rieti sulle false attestazioni per ottenere l’erogazione del contributo di autonoma sistemazione, i Comuni interessati giustamente iniziano a richiedere la restituzione dei fondi a chi ha preso senza averne minimamente diritto. Sotto la lente d’ingrandimento ad Accumoli, in questi giorni, è finito Giuseppe Pignoli, a cui è stato annullato il beneficio economico già precedentemente ricevuto e chiesto un rimborso di 8mila e 786 euro nel termine di trenta giorni, perché sarebbe emerso che non gli spettasse di diritto. Ricordiamo a chi legge che ad avere diritto ai fondi dovevano essere solo coloro che avevano perso davvero un tetto, invece, in molti, dichiarando il falso, e cioè di dimorare abitualmente in quelle zone, hanno ottenuto indebitamente il contributo che varia tra i 400 e i 1.100 euro al mese. Giuseppe Pignoli, per chi non lo sapesse, è il presidente della Croce rossa di Amatrice, indagato insieme ad altri 200 per truffa e falso per contributi non dovuti. In tutto questo calderone, non ci ricordiamo una vera presa di posizione del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ma solo una serie di giustificazioni e di “staremo a vedere”. Cosa dirà il vulcanico sindaco Pirozzi a proposito di Pignoli, uomo a lui sicuramente molto vicino? Questa volta siamo noi che staremo a vedere.

Fonte: http://www.ilmessaggero.it/rieti/ricostruzione_terremoto_amatrice_croce_rossa_accumoli_autonoma_sistemazione-3461896.html

È di ieri intanto la notizia che nel Comune di Accumoli sono state consegnate le ultime 11 casette per chi era rimasto senza un tetto. In quella parte di centro Italia, martoriata dal terremoto dell’agosto 2016, si prova a tornare alla normalità.