mercoledì, 18 luglio 2018

Rimborsopoli: Quando la Raggi accusava la Lombardi di pagarsi la baby sitter

La Lombardi non aggiorna la sua pagina dei rimborsi da settembre. Ieri la deputata Bonaccorsi e l’ex senatore Pedica hanno chiesto chiarimenti alla “Faraona”, e noi ci chiediamo soprattutto se queste spese ancora non rendicontate non nascondano un finanziamento fittizio della campagna elettorale della Lombardi per le regionali. Ma dubbi sui rimborsi alla Lombardi vennero già avanzati dal sindaco Raggi qualche anno fa. E si trovano negli atti depositati fai magistrati per il processo Marra. Nella famosa chat “Quattro amici al bar” la Raggi diceva a proposito della Lombardi:«Lei è proprio l’ultima dalla quale accetto lezioni di moralità. Da quella poco di buono che ha fatto passare la baby sitter come assistente parlamentare, facendola pagare con i soldi dei cittadini. Lei di certo non si può permettere di giudicare me». E se a dirlo è stata addirittura una del movimento come la Raggi, noi che dovremmo pensare? Il buco rimborsopoli sta diventando un cratere, andando avanti di questo passo, anche la Lombardi rischia di caderci dentro. Ma poi, vi immaginate la Raggi e la Lombardi, nemiche giurate (ogni occasione è buona per punzecchiarsi) a collaborare per il bene di Roma e del Lazio? Sinceramente rabbrividiamo solo al pensiero di vedere il “temibile due” all’opera. Tornassero alle loro professioni precedenti e evitino di giocare con il futuro dei cittadini della regione e della Capitale.

Fonte: http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/chat-quattro-amici-bar-cos-virginia-raggi-parlava-sua-140308.htm