lunedì, 18 giugno 2018

Lombardi contro Jobs Act ma non dice nulla su licenziamenti Multiservizi della Raggi

Oggi ci troviamo a raccontare un’altra storia di ordinaria incoerenza, protagoniste sempre due nostre vecchie conoscenze: Roberta Lombardi e Virginia Raggi. Questa volta parliamo di lavoro e occupazione. Nei giorni scorsi la Lombardi, tra le sue tante polemiche strumentali contro l’amministrazione regionale e il Pd, si è scagliata contro il Jobs Act in Acea. Piccolo inciso: stranamente attacca su qualcosa che non le va bene, ma fino ad ora non abbiamo sentito mezza proposta su come vorrebbe “rivoluzionare” la Regione Lazio. Abbiamo scritto questo breve commento perché siamo rimasti un po’ stupiti. La Lombardi si è scagliata poderosamente contro il Jobs Act ma non ha detto una sola parola sui 30 licenziamenti degli operatori della Multiservizi di Roma Capitale fatti dalla sua amica-nemica Virginia Raggi. Ma come, diritti diritti diritti dei lavoratori e poi bocca chiusa nella difesa di 30 persone che vanno a casa? Due pesi e due misure cara Roberta, il tuo capo supremo farà anche il comico, ma a noi più che da ridere, ci viene da piangere. Non si è fatta attendere la replica del vicepresidente del Pd regionale, Enzo Foschi.

“Che dice la Lombardi sui 30 licenziamenti fatti dalla sua sodale Virginia Raggi a 30 operatori della Multiservizi? La Lombardi parla a vanvera di articolo 18 e Jobs Act in Acea, ma poi non dice una parola su 30 persone messe per strada dalla giunta 5 Stelle di Roma. I grillini dove governano sono un disastro”.