venerdì, 17 agosto 2018

LA LOMBARDI CONTINUA A DIFENDERE IL SUO FEDELISSIMO DESSI’

Roberta Lombardi ed Emanuele Dessì erano, sono, molto vicini. Vicinissimi. Per qualcuno Dessì era addirittura il braccio destro della “Faraona”. Sì, proprio il futuro senatore grillino che “mena i rumeni”, paga 7 euro di affitto al Comune di Frascati e oggi, in un’intervista surreale al Messaggero, ha fatto capire che mai si dimetterà se diventerà, come sicuro visto l’ottimo posto dove è stato piazzato, ​senatore a 5 Stelle. 
Una situazione imbarazzante, per la la Lombardi. Che però non abbandona il suo fedelessimo. Anzi, lo difende a spada tratta. “Sicuramente si può sbagliare -dice la Lombardi –  e noi abbiamo l’umiltà di ammetterlo e abbiamo i nostri candidati come Emanuele Dessì che ricorderei è incensurato e lo stesso Comune ha riconosciuto la piena titolarità ad Emanuele a rimanere e vivere in quella casa, che comunque ha  messo a disposizione la sua candidatura. Emanuele Dessì si è sottoposto a votazioni online anzichè esser scelto nelle segrete stanze”.  Ma non c’è solo il fedele Dessì a deprimere la Lombardi. La sua candidatura non decolla, e nonostante il cambio e di linguaggio e linguaggio (capelli più corti e ordinati e meno parolacce quando fa i comizi) i sondaggi vanno a picco: terza in quasi tutte le ultime rilevazioni. Nessun problema, però, per la poltrona: la Lombardi si è fatta mettere anche capolista dei 5 Stelle in Regione e quidi si farà paracadutare in Consiglio. Stipendi e carta intestata per i prossimi 5 anni sono assicurati.