venerdì, 22 giugno 2018

Gli imbarazzanti silenzi della Lombardi sulla legalità ad Ostia

Quello che trovate qui sotto in foto è l’articolo di Federica Angeli a proposito della palestra della legalità non ancora aperta a Ostia. La Angeli, per chi non la conoscesse, è la giornalista di Repubblica che vive da anni sotto scorta, proprio perché minacciata dai membri del clan Spada. Ci sembra di capire che quando ci siano gli Spada di mezzo, pare proprio che i 5 Stelle facciano un po’ troppo orecchie da mercante.

Lapidario il commento del deputato Pd, Marco Miccoli sulla questione del candidato M5S amico di un membro della famiglia Spada e a proposito della già citata palestra della legalità.

“La Lombardi oggi va a Ostia, a parlare di legalità. A parte che ancora non ha detto ancora una parola di condanna sul suo fedelissimo Dessì che balla con gli Spada e si vanta di picchiare i rumeni, consigliamo alla Lombardi di passare anche alla Palestra della Legalità all’Idroscalo di Ostia. Questo immobile è stato sequestrato dall’autorità giudiziaria all’imprenditore Mauro Balini.  Un protocollo di intesa tra Regione Lazio, Tribunale di Roma e Ipab “Asilo Savoia” firmato il 23 febbraio 2017 prevede l’apertura di una palestra a vocazione sociale. A maggio è stata presentata la domanda per avviare i lavori di adeguamento e ristrutturazione dei locali sequestrati e da allora è cominciato un inaccettabile quanto surreale rimpallo di responsabilità tra uffici del Comune e Municipio, tutti e due guidati dai 5 Stelle, che sta bloccando il progetto . Dirà qualcosa la Lombardi? O farà la “vaga” anche qui come ha fatto col suo fedelissimo”.

Quanto dobbiamo aspettare per ascoltare dalla Lombardi delle prese di posizione su temi importanti come la legalità, la lotta al fascismo o altre questioni di moralità ed etica che chi rappresenta le istituzioni come lei dovrebbe prendere?