sabato, 17 novembre 2018

Tags rifiuti

image

I Cinque Stelle bloccano il piano rifiuti regionale

Giovanna Vitale questa mattina su Repubblica ci racconta una volta per tutte la verità sui rifiuti della Capitale e dell’ultimatum del Governo alla sindaca Raggi. Ce la faranno, in tempi brevi, a prendersi le loro responsabilità liberando Roma da una montagna di rifiuti? 

image

INCOERENZA A 5 STELLE: ADESSO PORTARE I RIFIUTI AI PRIVATI DI APRILIA VA BENE

Mentre la capitale d’Italia continua inesorabilmente a sprofondare nei rifiuti, ci troviamo ancora una volta a raccontare una storia di ordinaria incoerenza girllina. Prima però una piccola premessa. L’Ama, azienda comunale che si occupa della raccolta del pattume nelle strade di Roma, ha raggiunto ieri un accordo per trasferire 4o mila tonnellate di scarti in un impianto della società privata «Rida Ambiente» ad Aprilia (vicino a Latina) per il 2018. Non ci sarebbe nulla di strano direste voi, ma invece è proprio questa la stranezza.

image

PIZZAROTTI: GRILLNI NEMICI DELLA CONCRETEZZA

Sui giornali questa mattina, a proposito dei rifiuti romani, troviamo una serie di pesantissime accuse del sindaco di Parma, Federico Pizzarotti,  che con tono perentorio rimarca la mancanza di concretezza dei rappresentanti del suo ex partito. Non è tenero Pizzarotti, ma del resto come potrebbe esserlo: Roma sprofonda nei rifiuti e nella mancanza di capacità amministrative, nessuno può restare fermo a guardare questo scempio senza alzare la voce. 

image

DALLA REGIONE LAZIO ARRIVA LA VERITA’ SUI RIFIUTI DI ROMA

Non si parla d’altro in questi giorni: rifiuti rifiuti rifiuti. Roma sommersa dai rifiuti. L’amministrazione di Roma Capitale non riesce a trovare una strategia risolutiva ma soprattutto continua a negare l’esistenza di quella che è diventata una vera e propria emergenza. Si scaricano le responsabilità soprattutto sulla Regione Lazio, che oggi però, con le parole dell’assessore ai Rifiuti, Mauro Buschini, racconta come sono andate le cose e risponde all’assessore Montanari.